venerdì 3 agosto 2012

il dolore più grande

Ho sempre sentito dire che
non esiste dolore più grande della perdita di un figlio”,
ma non ho mai voluto nemmeno provare ad immaginarlo.
Allontanavo da me quella frase ogni volta che affiorava tra i discorsi o avevo davanti agli occhi esperienze di altre persone, non accettavo neanche l’idea di considerarla.
Ora invece quella frase riguarda anche me e posso dire che esiste un dolore più grande della perdita di un figlio: è il dolore per la perdita di una bambina che era anche un angelo.
Fedra non era semplicemente “mia figlia”, era tutto ciò attorno a cui la mia vita ruotava, era sempre presente, era un impegno, era una gioia, era il primo pensiero al mattino e l’ultimo alla sera, era il centro delle mie preghiere, era la mia preoccupazione, era la mia consolazione, le mie paure, le mie conquiste, le soddisfazioni, le vittorie, le sconfitte, la mia stanchezza, il mio entusiasmo.
Un figlio non ha solo i genitori, ha la sua vita, i suoi tempi, i suoi impegni, un figlio cresce, ha la scuola, gli amici, le serate in cui esce e lascia i genitori ad aspettarlo a casa, farà errori e ricorrerà ai genitori e poi imparerà a correggersi, avrà problemi che gli faranno chiedere aiuto ai genitori e poi imparerà a risolverli, avrà una famiglia sua e i suoi genitori saranno probabilmente più liberi ma non per questo meno impegnati a seguirlo.
Tutto questo non valeva per me, Fedra era l’inizio e il fine di ogni giornata, azione, progetto. Fedra non doveva mai essere lasciata sola, Fedra era sempre con noi e se non lo era fisicamente era affidata a qualcuno ma ben presente nei nostri continui pensieri rivolti a lei.
ESISTE un dolore più grande della perdita di un figlio e chiedo scusa ad ogni mamma del mondo che mi può dare della presuntuosa, ma il dolore più grande è aver perso una bambina come Fedra perché ho perso il centro della mia stessa vita, ed ora so che il vuoto che lascia la perdita di un figlio per me si è trasformato in una voragine.

20 commenti:

Susi Valli ha detto...

Lo capisco Renata che è dura ma cerca di riempire quella voragine con la Fede che hai sempre avuto, anche se il momento è difficile e senti il vuoto non lasciarti sprofondare nell'immenso dolore ma appigliati con tutte le tue forze al Signore. Ti abbraccio forte.

Betti Bijoux ha detto...

Renata, sei sempre nei miei miei pensieri, ti abbraccio forte forte
Ti voglio bene.

Pinuccia ha detto...

Ti abbraccio forte

Antonella ha detto...

A te, lassù...
A te, che da lassù continui a vegliare su di me…
A te, che, con dolce prepotenza, sei parte di me…e vivi con me…
A te, che, attraverso silenzi, segni, ricordi, attimi, parole, sguardi, lacrime…rendi questo mio cuore proiezione del tuo…
A te, che nonostante ogni luogo, ogni tempo, ogni spazio…continui a essere…
A te, che con tenera violenza mi spingi a continuare a guardare in faccia a questa vita e a darle un senso anche senza il tuo essere qui, ora…
A te, che sei… che continuerai a essere… qui..con me…
Osservo questo cielo…sopra di noi…e so che tu, per me, stai sorridendo alle stelle…alla luna…al sole…e al mio cuore dolorante…
Guardo lassù e sento la tua carezza… e ti stringo a me…con rabbia e amore…
Non lasciarmi… fa’ che io ti senta sempre in me… fa’ che io viva per te…per me…e per quanti mi vogliono bene…
Vola…e non lasciarmi mai… (© MGrazia Tulimieri)

Rosita ha detto...

Cara Renata,
Fedra è stata il centro della tua vita, una grande parte di te... posso solo intuire il vuoto e il dolore che provi, perdonaci per non essere in grado di aiutarti che con sole parole di conforto nel tentativo di alleviare un dolore immenso, una "voragine".
Renata tu non sei sola, la tua Fedra continuerà a vivere in te, nelle tue azioni, nei tuoi pensieri anche se pensi ad altro, per diciannove anni siete state inseparabili, è stata il senso della tua vita...il tuo faro e il tuo porto, il tuo conforto, la tua sfida, il tuo entusiasmo e la tua serenità, la tua preoccupazione e la tua soddisfazione... il tuo Amore più grande.
Ora ti ha lasciato il vuoto delle sua non presenza, nella tua casa ci saranno tantissimi ricordi di lei, ma Lei, il suo Fedrese, le sue risate, i suoi abbracci, tutto ora non c'è più.. però sicuramente non può essere che così, Lei, il tuo Piccolo Grande Angelo è con Te e in Te, la sua MAMMA e vedrai che al di là di questo dolore straziante, Fedra troverà il modo di confortarti, ora solo lei può aiutare Te.
Ti abbraccio dal più profondo del mio cuore
Rosita

Ale ha detto...

Non ti conosco bene... ma ti penso e ti sono vicina con tutto il cuore.
Scrivi, scrivi, più che puoi, se questo ti fa stare bene.
Un grande e affettuoso abbraccio.
Ale

I Bijoux di Rossella ha detto...

Ti sono vicina anche se riesco ad immaginare solo lontanamente il dolore che stai provando. O forse non ci riesco nemmeno ....... Un bacio

Lufantasygioie ha detto...

non è facile per me scriverti queste parole e capirò se non pubblicherai il mio commento,capirò se non vorrai più leggermi.
Non posso comprendere il tuo dolore e non posso neanche immaginarlo,perchè non ho perso nessun figlio.
Fedra era un'essere speciale,che nei suoi anni di vita si è fatta capire,ha condiviso con voi tutto,dalla gioia al dolore ed era come se fosse sempre piccola,quindi meritava tutte le vostre attenzioni.
Ogni giorno muoiono tanti bambini,di tutte le età,per gravi problemi di salute o per incidenti imprevisti ed ogni mamma che perde il proprio figlio,sente il tuo stesso dolore,non di meno e non di più.
Ogni figlio rappresenta il centro della vita di una mamma e il vuoto che lascia è incolmabile.
Quello che voglio dire è che anche una mamma che perde un figlio di pochi anni,ha perso un'essere speciale,perchè innocente,perchè indifeso,perchè unico...perchè è un figlio.
Ho visto mamme consumarsi giorno dopo giorno divorate dall'impotenza di non poter aiutare il proprio figlio,che un male oscuro lo stava consumando.Non ti parlo di ragazzi,ma di angeli di pochissimi anni....
Scusami ancora per quello che ti ho scritto,non sei egoista o presuntuosa,sei una MAMMA.
Lu

MAGU ha detto...

Guardo la foto che hai postato...in fondo a quella voragine c'è un'acqua meravigliosa, sorprendente, fresca acqua...Non l'hai scelta a caso, lo so. So anche il significato che può avere per te. Ti voglio bene, tanto tanto.

Cinzia ha detto...

Cara Renata ricordo una scena di un film di due giovani seduti su una panchina l'uomo cercava con le sue parole di colmare il vuoto nel cuore della sua amica perché ella aveva perso la figlia e non riusciva a darsi pace per questo.
Le ha detto una bellissima frase -devi fare un viaggio, non per riuscire a dimenticare! ma per "tornare"- ecco Renata credo che un viaggio riuscirà in parte a colmare la tua voragine. Ti aspetto Renata (ovvio anche Rudi), Vi aspetto veramente! Sento che in questo momento dovete percorrere una strada parallela nel vostro dolore e cosi' potrete guardarlo e viverlo da un'altra prospettiva che col tempo sarà meno dolorosa. Zurigo potrebbe essere questa strada........ Un abbraccione

Minù ha detto...

Lo so che non ci conosciamo benissimo ma non riesco a non pensarti ogni giorno!!! Ti abbraccio forte Manu

Betty ha detto...

Capisco perfettamente le parole che hai scritto perchè le ho pensate anch'io prima ancora che tu le scrivessi...avere una figlia come Fedra vuol dire vivere ogni secondo della tua in funzione della sua...il vuoto che lascia è una voragine proprio per questo, perchè era il centro della tua vita in un modo tutto particolare.
Perchè dipendava da te in tutto e per tutto. Ricordati della forza meravigliosa che hai avuto, di quella forza straordinaria da cui hai attinto anche nei momenti più difficili per prenderti cura del tuo Angelo. Quella forza è ancora lì e adesso più che mai ti serve per andare avanti. Quella forza te l'ha data l'amore di Fedra ed è un regalo grandissimo, usala.
Fà che la voragine si trasformi nella stella più luninosa del Cielo, perchè un figlio è questo.
Perdona le mie parole, non sono nessuno, ma mi si spezza il cuore a pensare al dolore che stai provando.
Ti abbraccio forte
Betty

Anonimo ha detto...

Cara Renata,
Oggi è il 4 agosto , forse non te ne importerà nulla, cestina i miei auguri se vuoi, comunque mi sento di farti gli auguri. con l'affetto di sempre Anna

Ale ha detto...

Sono di nuovo qui... perchè ti penso.

Tu sei una mamma che ha perso una figlia. Io sono una figlia che ha perso entrambi i genitori a 17 anni.

Il dolore sarà diverso... non te lo so dire. Ognuno di noi vive il dolore in maniera diversa...

Il tuo è un dolore grande, devi imparare a conviverci... Io sono qui... Ti penso, se vuoi puoi scrivermi : roby62da@libero.it

Ti stringo forte. Ale

Etoile ha detto...

sai che ti sono sempre vicina con il cuore e i pensieri.........Ti voglio tanto bene Renata. Un abbraccio!

Nicoletta Castellani ha detto...

Carissima Renata, ti capisco nel TUO immenso dolore,io nn so cosa vuol dire perdere un figlio, però so cosa vuol dire perdere un padre! Con le preghiere ci si risolleva un poco per volta, un passetto alla volta con fatica, vedrai troverai dentro di te una nuova forza x andare avanti adesso è troppo presto, devi metabolizzare e poi piano piano con l'aiuto di tuo marito e dei tuoi famigliari e delle preghiere vedrai tutto si aggiusterà nn tutto, rimane sempre quel viso che sarà un dolce ricordo "FEDRA"

Anna ha detto...

Cara Renata non è possibile trovare parole che possano portare sollievo a questo dolore che ti riempie il cuore... cosa mai potrei dire o fare per rendere meno straziante tutto quello che tu stai provando e vivendo ora...
posso solo sperare e augurarti che pian piano insieme all'amore dei tuoi cari tu possa ritrovare e riconoscere la forza che c'è in te... datti tempo e continua a scrivere su queste pagine... serve per non rinchiudersi e lasciare uno spiraglio aperto al mondo... ti abbraccio con affetto

margherita fusco ha detto...

Cara Renata, cerca di rimarginare poco a poco questa voragine con il ricordo di le e con l'immenso affetto che vi legava. Un bacio e una preghiera per il piccolo angelo lassu'

Monjka ha detto...

Purtroppo solo il tempo potrà leviare in parte il tuo dolore, ti sono vicina e ti leggo sempre!! un abbraccio

ily-piumadi1angelo ha detto...

carissima Renata non sono madre e quindi non so ancora cosa significa avere un bambino o una bambina ma posso solo immaginare il tuo dolore immenso come questa voragine che hai scelto come immagine...ti sono vicina con affetto e stima...e nelle mie preghiere c'è sempre un posto speciale per la tua principessa,affinchè possa starti sempre accanto e proteggerti..un abbraccio anche se solo virtuale....Tvb Ily-piumadi1angelo